Biscotti

Navettes provenzali ai fiori d’arancio

28 maggio 2016
Navettes provenzali ai fiori d'arancio

Della mia passione per le navettes provenzali ai fiori d’arancio avevo parlato nell’articolo dedicato ai Biscotti tenerissimi ai fiori d’arancio. L’archetipo di questo biscotto è rappresentato dalla versione di Pierre Hermé, creata appositamente dallo chef pâtissier per la boutique provenzale Première Pression. Si tratta della rivisitazione sublime di un biscotto che appartiene alla storia di questa regione: il risultato è una fragranza e una persistenza dell’aroma ineguagliabili.
Sono diversi anni che vago alla ricerca di questa straordinaria ricetta, ma la scoperta dell’America sembra sia stato affare più semplice.
Quel genio di Pierre Hermé ne ha completamente rivisto i dosaggi, grattugiato la scorza del limone, messo da parte l’acqua ai fiori d’arancio e optato per l’olio essenziale di Neroli, ossia il distillato inebriante dei fiori dell’arancio amaro. Génial. Très chic, très cher… e d’altro canto l’olio essenziale di Neroli ha un valore elevatissimo: per farne una piccola dose servono centinaia di chili di piccoli fiorellini bianchi.
La ricetta delle navettes che propongo a seguire è una versione differente ma piacevole e ben bilanciata. La presenza del burro e della farina di mandorle conferiscono morbidezza all’impasto e… se mai scoprirò la mia America, sarò lieta di condividerla con voi.

 

Navettes provenzali ai fiori d'arancio

Navettes ai fiori d’arancio

SUGGERIMENTI
per perfette Navettes provenzali ai fiori d’arancio

1. Le navettes sono biscotti molto semplici e non richiedono particolari accorgimenti. Come per qualsiasi biscotto è importante monitorare bene la cottura onde evitare che prendano troppo colore.

2. Per rendere il biscotto ancora più profumato è possibile grattugiare nell’impasto della buccia di limone non trattata. Io ho aggiunto una goccia di olio essenziale di arancia amara.

3. Scegliete un’acqua ai fiori d’arancio veramente di qualità. L’aroma ai fiori d’arancio, facilmente reperibile al supermercato, non è la stessa cosa. Il contenuto di queste fialette infatti è un liquido concentrato fatto di aromi, naturali o no, e sostanze organiche di sintesi. L’acqua ai fiori d’arancio invece è molto meno potente (perciò va utilizzata in dosi superiori) ma è infinitamente più elegante e, in medicina naturale, è nota per i suoi poteri antidepressivi.

STRUMENTI

placca coperta di carta da forno
planetaria con frusta flexi e frusta fili o sbattitore
pennello da cucina

INGREDIENTI

Per circa 10 navettes

250 g farina setacciata tipo 0 ( io uso la Buratto del Mulino Marino)
100 g zucchero
30 g farina di mandorle
1 uovo
25 g burro in pomata morbidissimo
10 g olio d’oliva
30 g acqua di fiori d’arancio di ottima qualità (io anche una goccia di olio essenziale di arancia amara)
2 g sale
2 g polvere lievitante per dolci
del latte per pennellare la superficie delle navettes

Navettes ai fiori d'arancio

Navettes provenzali ai fiori d’arancio

PROCEDIMENTO

Per relalizzare le navettes provenzali ai fiori d’arancio, montate nella ciotola della planetaria con l’aiuto della frusta fili l’uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
Inserite poi la frusta flexi, aggiungete l’olio, il burro morbidissimo, il sale, l’acqua ai fiori d’arancio e la farina di mandorle.
Aggiungete in due o tre volte la farina setacciata con il lievito. Mescolate quel tanto che serve ad ottenere una pasta omogenea. Se la pasta dovesse essere troppo dura aggiungete qualche goccia d’acqua.
Datele la forma di un panetto, poi riponetela in frigorifero per un’oretta.
Estraetela dal frigorifero, e tagliatela in 4 parti con due tagli a croce. Da ogni porzione ricavate altre 4 parti.
Prendete ciascuna piccola parte di pasta quindi rotolatela sul piano di lavoro non infarinato e formate dei tubetti di circa 12 cm ciascuno. Pinzate quindi le due estremità e appoggiate le navettes su una placca coperta di carta da forno.
Lasciate riposare 1 ora a temperatura ambiente.
Prima di infornarle, praticate un taglio con una lama appuntita di un coltello da parte a parte ed allargate i bordi. Pennellatele le navettes con del latte poi portate il forno alla temperatura di 210° e infornate. Dopo 5 minuti di cottura abbassate la temperatura a 170°C e cucinate per altri 15 minuti.
Le navettes saranno pronte quando saranno dorate, non devo scurirsi.
Estraetele dal forno e lasciatele raffreddare su una griglia. Potete conservarle dentro un barattolo di vetro oppure in una scatola di latta.

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Lascia un commento