Dolci

Gâteau Opéra – il dessert francese per le grandi occasioni

28 dicembre 2016

Manca solo una manciata di giorni al 2017 e questo post è in rampa di lancio da circa 4 settimane.
Indugiavo per la mancanza di contenuti, o per lo meno di questo mi ero convinta. Quando rileggevo il procedimento la ricetta mi appariva talmente “tanta” che al cospetto qualsiasi premessa mi sembrava inadeguata e sempliciotta.
E così, almeno ogni 2 giorni in quest’ultimo mese ho aperto il pc e fissato le foto per richiuderlo successivamente senza mai nulla di fatto. Continua a leggere…

Biscotti

Biscotti da sogno: le ricette perfette

1 dicembre 2016

Biscotti perfetti. Troppe volte ho digitato nella barra di ricerca di Google queste due parole per poi approdare ai soliti cookies dalle mille varianti intriganti-ma-pesanti.
Ho sempre cercato ben altro: il frollino friabile, il biscotto fragrante e burroso, la cialdina agrumata, il trancetto speziato.
Sogna, Lucia. I biscotti con la B maiuscola sono espressione tecnica e artistica, altro che roba per dilettanti, e nello scrivere questo penso alla Signora Bettina, che di quest’arte è riuscita a farne un’impresa (Biscotteria Bettina), un fiore all’occhiello per la mia città. Continua a leggere…

Biscotti

Gingerbread di Peggy Porschen

18 novembre 2016

Ci siamo, il mio personale count down per il festone di Natale è partito. É da primavera che blatero di spezie nei miei post di ricette su meringate e crostate. Ora finalmente senza più peli sulla lingua posso dichiararla a grandi lettere la mia passione per tutto questo mondo zuccheroso e fanciullesco, per questi biscotti che si preparano più o meno come si approccia un minestrone: mettendo gli ingredienti a bollire in una pentola.
Una massa scura e densa, deliziosamente fumante e speziata: il principio della magia. Quando i suoi profumi iniziano a penetrarti nelle narici non capisci più nulla: ti catapulti giù per le scale e tiri giù gli scatoloni delle luci, le ghirlande di bacche e rami di pino, gli gnomi con il batacchio a collo e le renne di porcellana.
Ah, come dite? a voi non è mai successo? Continua a leggere…

Dolci

Ciambella alle mele, crema alla cannella e noci. I do love California Bakery!

12 novembre 2016

Sono diversi giorni che devo concludere la premessa a questo post ma il fatto è che mancano le parole. Sarà il periodo denso, le ore lavorative affannate, l’impegno mentale, lo stress delle scadenze… fatto sta che quando è sera mi viene solo voglia di lanciarmi sul letto e svenire davanti a qualsiasi programma che venga trasmesso al netto della pubblicità.
Mi lascio bombardare da ragionamenti altrui, convinzioni, presagi, ipotesi di scenari futuri con le mani sulla pancia e le gambe incrociate (… e un’espressione forse un po’ ebete).
A questo mondo tutti trovano parole per tutto, tranne quando hai bisogno di un consiglio vero.
All’occorrenza tutti sono politici, sono dottori, idraulici e giudici: tutti sanno come fare, tutti sanno cos’è sbagliato e cosa è opportuno… e nel frattempo tutto sta andando a ramengo.
Ci sarà mai una soluzione per tutto questo? Non è forse vero che contano i fatti mentre tutto il resto pare modo infantile per ammazzare il tempo e chi ascolta? Continua a leggere…

Dolci

La Tarte Tatin, da un’idea di Philippe Conticini

30 ottobre 2016

Quanto ho cercato per arrivare a questo voi non ne avete idea. E tutto perché per me la Tarte Tatin è l’iperspazio, l’archetipo del gusto e il perfetto esempio di come si può elevare all’eccellenza la semplicità: in fondo stiamo pur sempre parlando di mele, zucchero, burro.
In Francia mangiare una buona Tatin è cosa facile, qualsiasi boulangerie o pâtisserie ne vanta qualche bel vassoio. Se chiudo gli occhi per un momento sento nelle orecchie un tango di Roberto Goyeneche e rivedo i colori delle tende di Rue Muffetard nell’incantevole e vivace quartiere Latino di Parigi, le sue colorate vetrine e i suoi profumi profondi. Continua a leggere…

Dolci

Cannoli siciliani: gusto, creatività e tradizione

15 ottobre 2016

L’idea del souvenir mediamente mi trasmette una sorta di tristezza, un qualcosa di estremamente seriale e standardizzato, qualcosa che ha senso lì dove si trova, ma poi perde immancabilmente quel fascino se decontestualizzato. Ergo, il souvenir non ha senso.
Tra i 10 e i 30 anni però ammetto che ho provato di frequente una certa fierezza nel tornare a casa con il trofeo di turno: il Discobolo in miniatura, la cornice con le conchiglie bianche, le spillette a forma di carretto siciliano e… mi fermo qui per decenza.  Continua a leggere…

Dolci

Zuccotto ai mirtilli e ganache di lamponi

6 ottobre 2016

Lo zuccotto mi è sempre sembrato un dolce vecchio. Vecchio dalla nascita. Certo che partire con un nome del genere non è una grande promessa per lo status di celebrità. 
A pensarci bene forse negli anni ’80 qualche momento di gloria lo ha anche vissuto. Campeggiava sulla copertina de “Il libro dei dolci” firmato Lisa Biondi che a quel tempo mia mamma custodiva nella sua sezione personale della libreria del salotto. A volte, mentre cercavo la ricetta della Sacher, l’occhio a mezza via fra lo schifato e l’indifferente mi cadeva sull’immagine di questa specialità di origini fiorentine. Che tristezza provavo: una cosa tonda e compressa di cui non si poteva evincere il contenuto sui toni del giallo arancione. Pare la descrizione di una pasticca di Multicentrum. Continua a leggere…

Dolci

Sablés bretons con chantilly alla mandorla e fichi

26 settembre 2016

La ricetta dei sablés bretons alla chantilly di mandorle e fichi avrebbe dovuto essere il mio personalissimo saluto all’equinozio d’autunno, ma di fatto è bello che andato, e pure da alcuni giorni.
Una blogger precisa e organizzata programma i post, pubblica al ritmo delle stagioni, riproduce ricette al suon delle ricorrenze.
La sottoscritta invece,  nell’intento di assecondare un vortice lavorativo sempre più logorante, a breve si ritroverà nella paradossale situazione di arrivare a postare meringate in ottobre e panettoni in luglio. Continua a leggere…

Macaron

Macaron al pistacchio, il duetto Sicilia e Pierre Hermé

13 settembre 2016

Ho festeggiato da poco i miei 37 anni e sto metabolizzando l’amara verità che con l’età si diventa ripetitivi, abitudinari e nostalgici.
Sono tornata dalla Sicilia da circa 3 settimane e non riesco ad uscire dal tunnel ricottadipecorapistacchicannoli pomodorisecchioriganomandorle.
Per carità, mica tutto insieme, ci mancherebbe.
Sulla forchetta non ci stanno proprio e neppure in frigorifero, a dirla tutta.
Ricordo ancora la mattina del grande saccheggio: percorrevo le stradine bollenti di Montallegro in compagnia di due gran donne, allegre, energiche e determinate a riempire il bagagliaio: mia madre e mia suocera. In quei contesti è facile diventare un po’ la figlia viziata di entrambe: vuoi vedere questa borsa? ti provi un paio di sandaletti o le ballerine? oh, come ti starebbe bene questa gonna!
… e siete certe che non sarei più carina con un mazzo di origano in mano e un po’ di pistacchi in bocca? Continua a leggere…

Dolci

Mini Tarte Tatin su Sablés Bretons di Michalak

31 agosto 2016

Sono passati tre mesetti da quando ho debuttato nel fantastico mondo del web e ogni giorno raccolgo qualche piccola, occasionalmente grande, soddisfazione. Spesso ho letto e sentito “il segmento è maturo”, “ci sono più blogger che ricette”, è “difficile farsi conoscere” e via discorrendo… ma ho sempre provato una certa insensibilità verso questi argomenti.
Faccio questa cosa perché mi piace e mi diverto, a volte sola, a volte in compagnia di cari amici. Non aspiro ad insegnare, ci sono fior fior di chef che lo fanno! Continua a leggere…