Dolci

Cake pops bouquet di primavera

5 aprile 2016
Cake Pops bouquet di primavera

Talvolta penso che di mestiere mi piacerebbe organizzare compleanni per bambine. Sarebbe un’ottima ragione per realizzare bellissimi cake pops a rotta di collo.  Tuttavia questa contingenza è più unica che rara e mi trovo a realizzarli quando, nella preparazione di altre torte, ho delle basi che avanzano: il pan di spagna, la red velvet o una torta semplice al cacao sono composti perfetti in quanto più asciutti che burrosi. In bocca restano saldi ma morbidi.
C’è una sorta di soddisfazione atavica nell’impastarli e decorarli, appagano contemporaneamente la mia inclinazione per il bricolage e quella per la pasticceria mignon.
Il cake pop è un dolcetto che può gradevolmente accompagnare un caffè in conclusione di un pranzo o una cena al posto di un cioccolatino o un biscotto. Mi piace presentarli in mezzo alla tavola come fossero un bouquet di fiori, pertanto prediligo decorazioni più fresche ed eleganti, talvolta fiabesche, indubbiamente chic&kitsch allo stesso tempo.
M’inquietano le varianti animalesche con improbabili teste di animali selvaggi o pennuti che popolano il web e quelle dark sanguinolente che riempiono i social in prossimità di Halloween…ad ogni modo, de gustibus non est disputandum. 
Qualche tempo fa avevo avanzato della base al cacao mentre realizzavo la red velvet, perciò l’ho impastata con lo stesso frosting usato per la farcitura e congelato il tutto.
Alla prima occasione di una cena con amici questo impasto è tornato utile, così l’ho estratto dal congelatore e realizzato in circa un’oretta una trentina di cake pops e, visto che l’età media dei commensali era ben oltre i 18 (…), ho aromatizzato il tutto con un cucchiaino di rum di qualità sottratto dalla preziosa dispensa di Gabriele.

 

“Portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di madeleine. Ma nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario.”
(M. Proust)

Ricetta Cake pops per compleanni

Cake pops bouquet di primavera

SUGGERIMENTI
per perfetti cake pops bouquet di primavera

1. Per realizzare la copertura, in alternativa al cioccolato bianco, potete usare i candy melt, coperture in pastiglie di solito colorate e aromatizzate. Io non amo molto questi ingredienti preconfezionati e preferisco colorare il cioccolato che preferisco con una goccia di colorante alimentare.

2. I cake pops si conservano per giorni sia in frigo sia a temperatura ambiente in un contenitore chiuso ermeticamente.

3. Le proporzioni di questa ricetta valgono per qualsiasi base vogliate utilizzare.  Se usate del pan di spagna (dopo aver rimosso eventuali parti scure) invece del frosting  potete utilizzare 2 cucchiai di marmellata di arance o confettura di albicocche. Dosatela gradualmente: l’impasto non deve risultare molle o appiccicoso. In alternativa potete usare una crema al burro o una ganache.

STRUMENTI

una base di polistirolo o un pezzo di spugna verde da fioraio, oppure un supporto specifico per cake pops  che potete trovare nei negozi specializzati o presso i rivenditori online
bastoncini da cake pops (sono gli stessi dei lecca-lecca)
una ciotola alta circa 10 cm per il cioccolato
una ciotola grande

Come fare i cake pops

Cake pops bouquet di primavera

INGREDIENTI

per circa 30 cake pops

400 g red velvet cake
200 g frosting

Per la copertura

200 g cioccolato bianco
zuccherini, granella e decorazioni a piacere

 PROCEDIMENTO

Prendete la torta prescelta oppure preparatela alcune ore prima e, quando è fredda,  tagliatela in molte parti e sbriciolatela con le mani (sfregando fra loro i pezzi) dentro alla ciotola grande.
Mescolate le briciole con il frosting fino ad ottenere una consistenza morbida e umida che vi permetta di realizzare delle palline compatte e grandi come una noce. Il peso che preferisco è di circa 20 grammi. Arrotolate le palline tra le mani come piccole polpettine: potete usare un cucchiaio dosatore per gelato per semplificarvi l’operazione. Lavate ed asciugate spesso le mani per facilitare la modellazione. Man mano che le componete, mettete le palline su un vassoio coperto con carta da forno. Quando avrete terminato, copritele con pellicola e passatele in frigo per qualche ora o in freezer per 15 minuti: devono essere sode ma non congelate.
Fondete a bagnomaria il cioccolato bianco assicurandovi che schizzi d’acqua non cadano all’interno. Quando il cioccolato si sarà intiepidito e avrà raggiunto una consistenza morbida ma non troppo liquida, estraete i cake pops dal frigo. Prendete un bastoncino, immergetene l’estremità nella cioccolato fuso, scolate l’eccesso e infilzatelo per circa 1 cm nel cake pop. Fate la stessa cosa con tutti gli altri cake pops, quindi riponeteli nuovamente in frigo per circa 10 minuti. Questo vi assicurerà che i cake pops restino ben saldi quando saranno sollevati.
A seguire immergete tutte le palline nel cioccolato ricoprendole completamente. Fate quindi ricadere il cioccolato in eccesso, facendo roteare i cake pops molto delicatamente e scuotendoli con attenzione. Prima che il cioccolato si rapprenda, decorate i cake pops con zuccherini a vostra scelta e infilateli nel supporto ad asciugare.
Per realizzare una composizione di cake pops bouquet di primavera prendete uno stampo da plum cake, oppure un vaso bianco, oppure brocca o un’alzata profonda. Riempitela di spugna verde da fiorista preventivamente imbevuta di acqua e per farlo non passatela sotto l’acqua ma immergetela in una boulle piena d’acqua: sarà completamente imbevuta quando non galleggerà più. Poi iniziate a infilare delle rose o altri fiori recisi. Lasciate degli spazi per i cake pops. Riempite poi eventuali buchetti rimasti con dei rametti di foglie verdi.

Per avere un risultato più preciso ho versato la granella colorata dentro a delle piccole coppette e capovolto i cake pops sopra facendo una leggera pressione in modo tale che aderissero perfettamente.

Ricetta Cake Pops facili e bellissimi

Cake Pops bouquet di fiori

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Lascia un commento