Dolci

Crostata al cioccolato fondente, lamponi e fior di sale

26 marzo 2017
Crostata al cioccolato fondente

La crostata al cioccolato fondente nasce da un errore e mediamente in pasticceria gli errori si pagano cari.
No, non si tratta di un tentativo fallito di replica della crostata al fondente di Benedetta Parodi, tantomeno una personale reinterpretazione della crostata al cioccolato di Knamm. Avevo deciso di cimentarmi in una torta con base al biscotto Madeleine, una crema al passion fruit e una copertura di chantilly al cioccolato. Ai coniglietti rosa in 3D e ai funghetti dorati decorativi avrei pensato in un secondo momento,  nel rispetto del classico “prima il dovere e poi il piacere”.
Sì, lo so, forse l’inizio fa storcere un po’ la bocca lasciando intendere qualcosa di raffazzonato e non all’altezza delle aspettative… ma in tutta onestà non è così. Continua a leggere…

Dolci

Tarte infiniment café di Pierre Hermé

25 febbraio 2017
Torta al caffè

Cos’è l’infinito? No, non lo chiedete a me, mi prende il mal di testa ogni volta che mi abbandono a simili considerazioni. In seconda battuta mi agito e concludo il tutto con un pianto sommesso.
Sono umana, tanto umana, e non son degna, non son tanto profonda e non sono saggia.
Sì, io Penso, ma Cartesio mi risponderebbe che il fatto è sufficiente a dimostrare solo di “essere”, mica di saperle giuste.

Sono pragmatica, rapida e attenta, il che non è certamente tanto, perciò, per scrollarmi di dosso l’insoddisfazione, a questo aggiungo di frequente dosi di maniacalità e precisione spesso snervanti per il prossimo.
La somma mi gratifica e mi fa sentire a posto con la coscienza e… mettiamo che per me è parecchio.
Ma che c’entra questo con l’infinito? Per ora nulla, ma era una premessa che mi sentivo in dovere di fare prima di addentrarmi nel magico mondo dei grammi, delle temperature e dei diametri.

Continua a leggere…

Dolci

Red Velvet Cake, l’apologia dell’amore quotidiano.

30 gennaio 2017
Red Velvet cake, la torta perfetta per San Valentino

Come ti concio una torta per la festa… e che festa: la festa degli innamorati, altrimenti vista come l’occasione in cui si acquistano, come non ci fosse un domani, cuori gonfiabili, tazze tempestate di amorini, mutande appesantite da pizzi scomodi e improbabili. Ah, sì, fra le varie, pare sia anche l’occasione per celebrare l’Amore.
Negli anni in cui avevo archiviato “La storia infinita” in favore de “Il tempo delle mele” come film preferito, gadgets come questi pullulavano sulle mensole della cameretta. Non erano necessariamente regali del “Philippe” di turno, quanto più di frequente ammennicoli cercati con dovizia apposta per te – solo per te e solo per oggi – dall’amica del cuore, dalla sorella, dalla compagna di scuola. Continua a leggere…

Dolci

Tortine mignon al ribes, ricordando NYC

15 gennaio 2017
Tartellette al ribes

Si dice che il Natale porti con sé, oltre a tonnellate di cibo, anche un’atmosfera pacificante e mai come quest’anno penso sia vero. Sarà che con l’età si hanno sempre meno energie da spendere per vivere in dimensioni conflittuali, o forse semplicemente prende forza la consapevolezza che il tempo libero non può che essere speso in ciò che è per noi salvifico, positivo e appagante.

Il 2016 ha richiesto tanta fatica e impegno, per la maggior parte canalizzati in quel che è rappresentato dal Dovere. Il Piacere, relegato a piccoli ritagli quotidiani o stagionali, è stato cercato con fatica e grande pathos e talvolta non sono stata proprio in grado di godermelo. Difficile da spiegare bene il concetto ma, azzardando un paragone… che se ne fa una persona che non ha una casa e da mangiare di una lussosa poltrona di design? Continua a leggere…

Dolci

Gâteau Opéra – il dessert francese per le grandi occasioni

28 dicembre 2016
Il classico della pasticceria francese: Opéra

Manca solo una manciata di giorni al 2017 e questo post è in rampa di lancio da circa 4 settimane.
Indugiavo per la mancanza di contenuti, o per lo meno di questo mi ero convinta. Quando rileggevo il procedimento la ricetta mi appariva talmente “tanta” che al cospetto qualsiasi premessa mi sembrava inadeguata e sempliciotta.
E così, almeno ogni 2 giorni in quest’ultimo mese ho aperto il pc e fissato le foto per richiuderlo successivamente senza mai nulla di fatto. Continua a leggere…

Biscotti

Biscotti da sogno: le ricette perfette

1 dicembre 2016
Biscotti da tè, le ricette perfette

Biscotti perfetti. Troppe volte ho digitato nella barra di ricerca di Google queste due parole per poi approdare ai soliti cookies dalle mille varianti intriganti-ma-pesanti.
Ho sempre cercato ben altro: il frollino friabile, il biscotto fragrante e burroso, la cialdina agrumata, il trancetto speziato.
Sogna, Lucia. I biscotti con la B maiuscola sono espressione tecnica e artistica, altro che roba per dilettanti, e nello scrivere questo penso alla Signora Bettina, che di quest’arte è riuscita a farne un’impresa (Biscotteria Bettina), un fiore all’occhiello per la mia città. Continua a leggere…

Biscotti

Gingerbread di Peggy Porschen

18 novembre 2016
Gingerbread di Peggy Porschen

Ci siamo, il mio personale count down per il festone di Natale è partito. É da primavera che blatero di spezie nei miei post di ricette su meringate e crostate. Ora finalmente senza più peli sulla lingua posso dichiararla a grandi lettere la mia passione per tutto questo mondo zuccheroso e fanciullesco, per questi biscotti che si preparano più o meno come si approccia un minestrone: mettendo gli ingredienti a bollire in una pentola.
Una massa scura e densa, deliziosamente fumante e speziata: il principio della magia. Quando i suoi profumi iniziano a penetrarti nelle narici non capisci più nulla: ti catapulti giù per le scale e tiri giù gli scatoloni delle luci, le ghirlande di bacche e rami di pino, gli gnomi con il batacchio a collo e le renne di porcellana.
Ah, come dite? a voi non è mai successo? Continua a leggere…

Dolci

Ciambella alle mele, crema alla cannella e noci. I do love California Bakery!

12 novembre 2016
Ciambella alle mele, crema alla cannella e noci di California Bakery

Sono diversi giorni che devo concludere la premessa a questo post ma il fatto è che mancano le parole. Sarà il periodo denso, le ore lavorative affannate, l’impegno mentale, lo stress delle scadenze… fatto sta che quando è sera mi viene solo voglia di lanciarmi sul letto e svenire davanti a qualsiasi programma che venga trasmesso al netto della pubblicità.
Mi lascio bombardare da ragionamenti altrui, convinzioni, presagi, ipotesi di scenari futuri con le mani sulla pancia e le gambe incrociate (… e un’espressione forse un po’ ebete).
A questo mondo tutti trovano parole per tutto, tranne quando hai bisogno di un consiglio vero.
All’occorrenza tutti sono politici, sono dottori, idraulici e giudici: tutti sanno come fare, tutti sanno cos’è sbagliato e cosa è opportuno… e nel frattempo tutto sta andando a ramengo.
Ci sarà mai una soluzione per tutto questo? Non è forse vero che contano i fatti mentre tutto il resto pare modo infantile per ammazzare il tempo e chi ascolta? Continua a leggere…

Dolci

La Tarte Tatin, da un’idea di Philippe Conticini

30 ottobre 2016
La Tarte Tatin, da un'idea di Conticini

Quanto ho cercato per arrivare a questo voi non ne avete idea. E tutto perché per me la Tarte Tatin è l’iperspazio, l’archetipo del gusto e il perfetto esempio di come si può elevare all’eccellenza la semplicità: in fondo stiamo pur sempre parlando di mele, zucchero, burro.
In Francia mangiare una buona Tatin è cosa facile, qualsiasi boulangerie o pâtisserie ne vanta qualche bel vassoio. Se chiudo gli occhi per un momento sento nelle orecchie un tango di Roberto Goyeneche e rivedo i colori delle tende di Rue Muffetard nell’incantevole e vivace quartiere Latino di Parigi, le sue colorate vetrine e i suoi profumi profondi. Continua a leggere…

Dolci

Cannoli siciliani: gusto, creatività e tradizione

15 ottobre 2016
Cannoli Siciliani

L’idea del souvenir mediamente mi trasmette una sorta di tristezza, un qualcosa di estremamente seriale e standardizzato, qualcosa che ha senso lì dove si trova, ma poi perde immancabilmente quel fascino se decontestualizzato. Ergo, il souvenir non ha senso.
Tra i 10 e i 30 anni però ammetto che ho provato di frequente una certa fierezza nel tornare a casa con il trofeo di turno: il Discobolo in miniatura, la cornice con le conchiglie bianche, le spillette a forma di carretto siciliano e… mi fermo qui per decenza.  Continua a leggere…